Assaggi di Quarto Cagnino

 

Chi segue il nostro lavoro sa che ZUP è un atelier di servizi per l’innovazione strategica e la partecipazione. Entrambi i servizi sono applicati in diversi contesti, e ultimamente nel settore dell’housing. Ed è questo uno dei motivi perché abbiamo progettato e realizzato le wake-up talk.

Il settore dell’housing è in fase di rinnovamento, ha nuove esigenze alle quali rispondere e sta vivendo un periodo di trasformazioni. Come sempre però, esistono delle realtà che fanno da apripista e con una di queste abbiamo il piacere di lavorare già da tempo. Parliamo della Cooperativa Edificatrice Ferruccio Degradi che ci ha ospitato anche l’anno scorso in un loro condominio in Via Silla nel Borgo Figino.

Questa volta siamo andati in Piazzale della Cooperazione 1, un progetto innovativo che nel 2016 è stato anche premiato da Legambiente per ‘aver coniugato sostenibilità, innovazione e socialità’. Alcuni degli abitanti hanno espresso il desiderio di utilizzare il terrazzo di fianco alla lavanderia comune per coltivare delle erbe aromatiche avendo così uno spazio dove passare il tempo e incontrarsi e la cooperativa ha deciso di rispondere a questa idea con uno ZUPlab e la fornitura dei materiali.

Partendo dal desiderio di fare ‘solo’ un orto, abbiamo ragionato su tutto quello che l’orto porta con sé legato alla gestione, il raccolto, la divisione dei compiti, etc, ponendo come sempre la base di partenza sulle motivazione personali per voler condividere uno spazio sui modi per farlo come gruppo. Molti i commenti e i valori di partenza: dalla condivisione secondo le proprie possibilità (‘ognuno fa quello che si può’) a riflessioni sul valore vitale della terra (‘la terra ha un’anima’), gli abitanti sono riusciti a scrivere tre ricette che insieme rappresentano la fondazione e i prossimi passi per la gestione anche in futuro dell’orto condiviso. Nel ricettario che trovi qui si può leggere di più.

Dopo lo ZUPlab, gli abitanti sono saliti sul terrazzo e hanno piantato, sotto la coordinazione di Food in the Streets, le erbe aromatiche. Il terrazzo con l’orto da subito è diventato il posto giusto per fare due chiacchiere e per continuare a occuparsi di un piccolo patrimonio comune, quello della terra di un orto condiviso, in uno spazio di tutti.

Per una fotoreportage, vai alla nostra pagina facebook.